Palazzo Ducale

Forum della Serenissima Repubblica di Venezia sui Regni Rinascimentali
 
HomeHome  RegisterRegister  Log in  

Share | 
 

 Una visita improvvisa dall'Ambasciatrice del Regno di Bosnia

Go down 
AuthorMessage
lachtna

avatar

Numero di messaggi : 42
Data d'iscrizione : 2011-05-12
Località : Zenica - Kingdom of Bosnia

PostSubject: Una visita improvvisa dall'Ambasciatrice del Regno di Bosnia   Sat Jan 19, 2013 6:35 am

Da poco era passato mezzogiorno ed il gruppo di cavalieri, arrivò galoppando fino nel cortile del palazzo.

Uno di loro scese di fretta e consegnò le briglie del cavallo al suo secondo.
Si tolse la spada e gli consegnò anche quella.
Si tolse l'elmo e scosse la testa lasciando che i capelli rossi, ricci e ribelli riprendessero forma.
Dalla borsa attaccata al lato della sella prese una cartella piena di incartamenti e salì di corsa le scale per andare nella stanza adibita a suo ufficio ma l'usciere, assieme a due armigeri, la bloccarono appena varcò la porta.

”Voi!! Dove credete di andare?”

“Beh...gradirei andare nel mio ufficio.”
guardò con gli occhi stanchi dapprima l'usciere e poi gli armigeri. Non parevano averla riconosciuta.

”Sono l'Ambasciatrice del Regno di Bosnia, la Duchessa Lachtna degli Angeli Kosaca. Ho urgente bisogno di conferire con l'Ambasciatore o con il Gran Ciambellano.”

“Duchessa? Ambasciatrice? Così malvestita che sembrate un mercenario? Volete prendervi gioco di noi”
intervenne un armigero con aria di scherno.

Lachtna lo guardò per meno di un secondo e voltò nuovamente i suoi occhi azzurri verso l'usciere:

”Non avete nemmeno idea di quanta strada e quanti pericoli abbia dovuto evitare per arrivare qui. Sono molto stanca ed ho fretta di tornare a casa quindi vi chiedo di fare il vostro lavoro e annunciarmi all'Ambasciatore o al Gran Ciambellano. Dite loro che ho questi documenti importanti da visionare con loro.” ed accarezzò il cuoio della cartella con aria protettiva.

”Va bene, mi avete convinto. Voi restate qui ad aspettare mentre vado a chiedere dove possono ricevervi. e si allontanò di corsa.
Back to top Go down
Karlofthelake



Numero di messaggi : 324
Data d'iscrizione : 2012-03-06
Età : 50
Località : Alta Insubria

PostSubject: Re: Una visita improvvisa dall'Ambasciatrice del Regno di Bosnia   Sat Jan 19, 2013 8:34 am

Karl stava recandosi presso il proprio ufficio, percorrendo il porticato interno di Palazzo Ducale, quando sentì un vociare nel cortile.
Erano giunti nuovi visitatori e tra gli altri riconobbe l'Ambasciatrice del Regno di Bosnia, l'amica Lachtna.
Si diresse subito verso il gruppo di persone, mentre l'usciere già correva ad avvisare il Gran Ciambellano.

Giunto dinnanzi all'Ambasciatrice, Karl la salutò con un inchino e un gran sorriso.

Carissima Duchessa Lachtna degli Angeli , è un vero piacere vedervi a Palazzo Ducale.
Spero abbiate fatto un buon viaggio, anche se presumo faticoso dato la stagione invernale.
Ma farò preparare subito qualcosa di caldo e confortevole per voi e per la vostra scorta, nel frattempo che giunga il Gran Ciambellano per accogliervi.

Vogliate seguirmi presso il gazebo, dove potremo stare un poco più comodi ed al caldo.


E indicando una costruzione coperta da vetri al centro del cortile, si avviarono in attesa che le fossero consegnate le chiavi del suo Ufficio.

Back to top Go down
lachtna

avatar

Numero di messaggi : 42
Data d'iscrizione : 2011-05-12
Località : Zenica - Kingdom of Bosnia

PostSubject: Re: Una visita improvvisa dall'Ambasciatrice del Regno di Bosnia   Tue Jan 22, 2013 9:58 pm

Lachtna seguì Karl con passo nervoso e con voce affannata e talvolta tremante disse:

"Karl non mi posso fermare molto, non importa se non trovate le chiavi del mio ufficio... forse la prossima volta... Intanto avevo una cosa urgente da consegnarvi. Inutile aspettare che arrivi il Ciambellano, lo saluterei volentieri ma sono proprio di corsa. Ti prego di inoltrare tu questo documento. Devo assolutamente tornare a casa finchè posso raggiungerla. Mi raccomando, stai in gamba e salutami tutti a casa."

Srotolò sul tavolo una pergamena, sorrise tristemente a Karl e lo abbracciò forte come se sapesse che sarebbe stata forse l'ultima volta. Poi con gli occhi lucidi si voltò e con passo spedito tornò dai suoi per ripartire.

Karl guardò la pergamena

Boorich wrote:






By the will of Ban, the ultimate ruler of Bosnian Kingdom.. I, Boorich Kosaca the current Minister of Foreign affairs, am writing a following letter:

To every Balcan country
To the European community
To His Majesty the Emperor of SRING
To the respected institution of URAC
To whomever it may concern



Due to current fragile political situation in Balcan region and recent proclamation of war from Albanian society to the Kingdom of Serbia, we are obliged to inform the Europe about recent army activities inside teritories that were Bosnian from ancient times till couple of days ago.
Ladies and gentlemans, Kingdom of Bosnia was once more attacked by the barbarian hordes of official Albanian armies, therefore we inform you that we have every right to belive that gen. Barbarossa invaded teritory of Bosnian realm and conquering the last node that once presented the very border with the Albanian Kingdom.
We are still shocked and confused as we were neutral in this conflict and we never considered an intention to participate in such war charade until now. Ban of Bosnian Kingdom and council are discussing multiple political optioins toward hostile barbarian nest that call themselves a Kingdom.

Bosnian people and Kingdom of Bosnia we're once again threated like a carpet for Albanian conquering mentality and the very platform for expansionistic mind of their King who is about to face death soon as his mandate is soon over. Senseless decision of lunatic King to allow his soldiers to invade for the fourth time a neutral country will face consequences when the time is right.
This cannot be threated as coincidence as this is clear provocation and planned action to conquer part of Bosnian Kingdom without any war announcement so far.

Peaceful Kingdom of Bosnia feel under grip of repression of Albanian berserks and barbarian axe throwers. This is fourth time same thing happen and I must repeat it from sentence to sentence, carrying the same idea in order to explain in wich position our Kingdom currently exist.

I will ask one time only.. Is this what respected institution of URAC picked for the Sole defender of the faith? Under „God wills it“ roar, armies that march into peaceful teritories of another neutral aristothelian country? Can this be considered even literally correct as I never heard of attacking defender. Defender is defending by the definition. How can religious influence spread if they are abusing ideals of religion to support their fanatic troops to act as they like. To distort and invade political and teritorial integrity of neutral neighbor country.

Therefore, I summon all countries of Europe, all Lords and Ladyships who are living under the very ideals of nobility, truth and chivalry.. all good pious aristothelian people to testify this document and to close their eyes before this agressive „Kingdom“. To allow all Bosnian people to enter into very centres of their prayers. To show sympathy to the people of Bosnia who is for the fourth time attacked and teritorially invaded by the same people from the same radical nest of mercenaries, robbers, criminals and rent-a-swords.
To support our righteous cause and decide to participate to bring these agressors on their knees after they invaded us once more. A common sense and diplomatic approach is unfortunately distatnt mistery for these savage tartars.





Done in Brstanik, Kingdom of Bosnia,
on the 22nd of January in the year of Lord 1461.

Singed, sealed and aproved by Ban of Bosnian Kingdom, His Majesty,
130664





Back to top Go down
loryx



Numero di messaggi : 1444
Data d'iscrizione : 2009-10-09

PostSubject: Re: Una visita improvvisa dall'Ambasciatrice del Regno di Bosnia   Wed Jan 23, 2013 1:53 am

-Sir Edward, Sir Edward, il Console Montefeltro mi ha mandato a chiamarVi, è arrivata l'ambasciatrice bosniaca presso Venezia, in visita improvvisa.

-Oh, la Duchessa Lachtna, accompagnatemi subito da lei! rispose il Ciambellano al paggio.

Cosi, arrivato davanti al Console e all'Ambasciatrice:
-che piacere vederVi Duchessa, è sempre motivo di gioia re-incontrare un'ex cittadina veneziana nonchè diplomatica di questa Cancelleria.

Perdonatemi per l'attesa, sono sicuro che il Console sia stato un degno sostituto.

Vi prego, seguitemi presso i vostri
uffici!
Back to top Go down
Sponsored content




PostSubject: Re: Una visita improvvisa dall'Ambasciatrice del Regno di Bosnia   

Back to top Go down
 
Una visita improvvisa dall'Ambasciatrice del Regno di Bosnia
Back to top 
Page 1 of 1
 Similar topics
-
» Barrady Helmet

Permissions in this forum:You cannot reply to topics in this forum
Palazzo Ducale :: Palazzo Ducale :: Porta della Carta-
Jump to: